Header Image

La storia della Fabbrica di Carta

Ventitre edizioni del Salone del libro del Verbano-Cusio-Ossola

La Fabbrica di Carta è nata grazie all’iniziativa dell’Amministrazione Provinciale del VCO, in collaborazione con il Comune di Villadossola e tutti i librai ed editori locali del territorio riunitisi nell’Associazione Libriamoci.
La Fabbrica di Carta ha saputo valorizzare e portare alla luce un immenso patrimonio editoriale locale che può contare su soggetti attivi, quali editori locali, enti pubblici, musei, parrocchie, biblioteche, associazioni culturali, pro loco, fondazioni, istituti scolastici, scrittori e poeti locali.
Il Salone ospita anche autori non residenti nella Provincia del Verbano-Cusio-Ossola che hanno però descritto nelle loro pubblicazioni fatti, luoghi e persone del territorio. La vasta area espositiva con migliaia di pubblicazioni locali offre al visitatore l’opportunità di conoscere e approfondire la storia e le realtà locali.
La partecipazione degli editori ed autori è gratuita, così come l’ingresso del pubblico.
Ogni anno, oltre all’esposizione dell’editoria locale, viene individuato un tema che viene approfondito con dibattiti ed un’esposizione editoriale ricca ed esaustiva.

2021: Storie nella Storia. il romanzo storico: da Manzoni a Buticchi

Nel 2021 La Fabbrica di Carta è tornata dopo la pausa forzata del 2020, con la 23^ edizione dal tema “Storie nella Storia. il romanzo storico: da Manzoni a Buticchi”.
Inoltre, per rafforzare la propria presenza all’interno del territorio provinciale, il Salone del libro degli autori ed editori del Verbano-Cusio-Ossola ha offerto una anteprima a Verbania con Alice Basso che ha presentato (primo incontro dal vivo), il suo ultimo romanzo Il grido della rosa (Garzanti).
Protagonista della serata inaugurale l’amatissimo scrittore ligure Marco Buticchi, che ha presentato il suo ultimo libro L’ombra di Iside (Longanesi).

2020: EDIZIONE ANNULLATA PER L’EMERGENZA DA COVID 19

2019: LA VENTIDUESIMA EDIZIONE

La 22^ edizione, nel 2019, inaugurata nel segno di Gianni Rodari, dedicata a tutti i piccoli lettori di oggi e di domani, ha avuto come tema “Fantasia. Da Pinocchio a Harry Potter… e oltre”, protagonisti i fantasy – epici, romantici, umoristici o new weird – vero e proprio fenomeno culturale ed editoriale degli ultimi anni. 

Fabbrica di Carta 2019 - ph. Matteo Grossini

2018: LA VENTUNESIMA EDIZIONE

La 21^ edizione, nel 2018, è stata inaugurata dallo scrittore Bruno Gambarotta e ha avuto come fil rouge… il giallo: Giallo Nero Italiano ha dato spazio a un’esposizione dedicata a Sellerio, due corner per celebrare le penne di Agatha Christie e Georges Simenon e il gran finale con la scrittrice Alice Basso.

La Fabbrica di Carta 2018 - ph. Susy Mezzanotte

LE VENTI EDIZIONI PRECEDENTI

DAL 1998 AL 2002

  • Per la 1^ edizione della Fabbrica di carta, nel 1998 fu allestito un settore dedicato all’editoria per l’infanzia.
  • Alla 2^ edizione del 1999 furono invitati come “ospiti” alcuni editori della Provincia di Novara e la Regione Piemonte.
  • Alla 3^ edizione, nel 2000, furono invitati gli editori della Svizzera Italiana e il Dipartimento Cultura del Canton Ticino; fu inoltre presentata una panoramica dell’editoria italiana legata al Giubileo.
  • Alla 4^ edizione, nel 2001, è stata ampliata la platea autoriale con la presenza di tutti gli editori della Regio Insubrica, dunque delle Province di Varese e Como, riconfermando la presenza degli editori della Svizzera Italiana. Nella stessa edizione è stato inoltre presentato il panorama nazionale dei libri a fumetto con mostre curate dall’ATIF di Torino.
  • La 5^ edizione del 2002 è stata declinata sul tema della montagna in collaborazione con le sezioni CAI del territorio. All’inaugurazione era presente il Presidente Nazionale del Club Alpino Italiano.

DAL 2003 AL 2007

  • La 6^ edizione, nel 2003, ha “messo in tavola” oltre 3.000 libri sul tema della cucina con assaggi dei prodotti del territorio e la partecipazione del critico enogastronomico Paolo Massobrio.
  • La 7^ edizione, 2004, è stata dedicata al panorama editoriale nazionale sul tema della donna; all’inaugurazione era presente la scrittrice Sveva Casati Modignani.
  • L’8^ edizione del 2005 è stata caratterizzata, in avvicinamento alle Olimpiadi di Torino 2006, dal tema sportivo, offrendo così l’opportunità di conoscere tutte le discipline sportive del territorio provinciale e attraverso una ampia esposizione bibliografica tutto il mondo dello sport.
  • La 9^ edizione, nel 2006, ha affrontato il tema del viaggio come conoscenza di un territorio dal punto di vista naturalistico, storico e culturale.
  • La 10^ edizione (2007) è stata dedicata al tema della storia, dal trattato di Worms (il passaggio dell’attuale territorio del VCO al ducato sabaudo) ai giorni nostri. All’inaugurazione era presente il giornalista e scrittore Roberto Gervaso.

DAL 2008 AL 2012

  • L’11^ edizione del 2008 ha avuto per soggetto il tema dell’architettura della Provincia Azzurra, da quella storica (architettura Walser), a quella rurale e sostenibile, avvalendosi della collaborazione dell’Ordine Provinciale degli Architetti, degli Ingegneri e del Collegio dei Geometri.
  • La 12^ edizione del 2009 è stata caratterizzata dal tema: “La cultura materiale del territorio – l’uomo tra pietra, ferro e legno”, con la collaborazione ricevuta dalle Associazioni Confartigianato e CNA. L’inaugurazione ha visto la presenza di Paolo Giordano, neo vincitore del premio Strega.
  • La 13^ edizione, nel 2010, è stata segnata dal doppio anniversario rodariano, con il tema della fantasia, della creatività, delle favole, della lettura per i bambini. Preziosa la collaborazione del Parco della Fantasia “Gianni Rodari” di Omegna e del Sistema Bibliotecario di Verbania, che hanno gestito diversi laboratori di animazione per ragazzi. A coronamento dell’edizione, la presenza straordinaria di Geronimo Stilton.
  • Durante la 14^ edizione (2011) è stato presentato il tema del benessere, nelle tre prospettive di benessere naturale, spirituale e fisico con la collaborazione del Parco Naturale Veglia – Devero e del Sacro Monte Calvario, oltre alla partecipazione del C.S.I – Centro Sportivo Italiano di Verbania. Collateralmente all’esposizione dei libri locali è stato presentato un panorama editoriale nazionale riguardante il tema del benessere. Uno spazio è stato dedicato inoltre al 150° anniversario dell’Unità d’Italia.
  • Il leitmotiv della 15^ edizione del 2012 è stata la musica, attraverso la valorizzazione di un approccio immediato e popolare alle sette note, come quello promosso dalle bande e dai cori, apprezzati e numerosi nella Provincia del VCO.

DAL 2013 AL 2017

  • La 16^ edizione del 2013 ha voluto racchiudere l’essenza del proprio contenuto nel titolo LIBRARTI: la presentazione di fulgidi esempi del patrimonio artistico si è intrecciata con gli incontri che si sono susseguiti in 12 giorni di salone. La mostra collettiva (con più di 100 opere) ha messo in cornice le illustrazioni e suggestioni visive che i libri di scrittori ed editori del VCO negli anni sono riusciti a ispirare. A fianco di una esposizione a tema, il territorio del Verbano-Cusio-Ossola ha ospitato quattro mostre che hanno confermato la vivacità dell’estro pittorico di questa provincia, già di per sé una sorprendente tavolozza di ambienti e paesaggi.
  • La 17^ edizione, nel 2014, è stata dedicata a uno degli hobby e mestieri caratteristici del VCO: la pesca, sia di lago che di fiume. Edizione realizzata in collaborazione con le locali associazioni dei pescatori.
  • Nella 18^ edizione, che nel 2015 ha ottenuto il patrocinio di EXPO MILANO, il tema dell’alimentazione è stato sviluppato con “Nutrire la cultura del territorio”, valorizzando i prodotti tipici del Verbano-Cusio-Ossola.
  • 19^ edizione (2016): “Animali che passione!” Il tema degli animali domestici è stato sviluppato nei suoi molteplici aspetti in collaborazione con le associazioni animaliste del territorio.
  • La 20^ edizione, nel 2017, è stata organizzata con la partecipazione delle associazioni locali che hanno prodotto una originale mostra riguardante i paesaggi del nostro territorio, è stato sviluppato il tema della Fotografia. All’inaugurazione era presente l’Assessore Regionale alla Cultura, Antonella Parigi.